Fiero di essere italiano.

Sì ragazzi. Io sono fiero di esserlo. Sono sempre stato decisamente nazionalista, nel bene e nel male. Ma sempre a testa alta. Siamo spesso pieni di difetti, ma genuini e sinceri. E così ieri apprendo che la Fifa ha emesso la sua sentenza, così la radio mi informa che Zidane ha preso tre giornate, simpatico paradosso visto che punto primo mi sembrano comunque poche e punto secondo ha smesso di giocare, e "udite, udite..." Materazzi ne ha prese due! Ma per cosa?!?!
Io davvero non ci posso credere. Non voglio credere che questo scandalo sia veramente successo. Ci hanno epitetati in tutti i modi, Moggi è un mafioso? va bene, ma minimo, minimo Blatter deve essere ghigliottinato. Cazzo, quel pelato infame lo può ammazzare uno con una testata del genere allo sterno e loro danno due giornate a Materazzi reo di averlo informato che la sorella lo prende in strani posti. Mi piacerebbe scrivere un libro con gli insulti che ho preso io in una decina di anni di...chiamiamola carriera, nei campi delle prime, seconde categorie, iniziando naturalmente dai campionati giovanili. Mamme, sorelle, fidanzate, gatte...tutto ciò che di appena, appena femminile ci può essere nei miei affetti è stato preso a male parole. Salvo poi finire nel 95% dei casi con una stretta di mano a fine partita, quando l'ossigeno ritorna al cervello e si capisce che fa tutto parte del gioco.
Lì no. Lì è diverso. Guai ad ammattere che il Pelato è tanto fenomenale in campo quanto bravo a perdere la testa. La grandeur francese e il loro sporco orgoglio nazionalista non riescono ad accettare e ad ammettere che il bastardo nel DNA ce li abbia questi numeri. E lo ha pure dimostrato negli anni.
Io sto con Materazzi. Uno che da mille anni ormai riceve cori in tutti gli stadi d'Italia sulla madre, scomparsa quando aveva 15 anni. Per carità, ne ha combinate di tutti i colori il buon Marco, tra entrate calcistiche ed entrate da kung-fu. Non è propriamente un pezzo di pane, però nessuno si è mai preoccupato di pensare magari alle provocazioni che riceve lui.
Ma a parte queste cose, io non sopporto il fatto che ancora una volta il nostro essere italiani debba pesare nei giudizi della gente. De Rossi ha compiuto un bruttissimo gesto. Quattro giornate, scuse ufficiali anche di sua nonna e figura di merda mondiale. Ah, gli italiani, come al solito. E a quell'altro tre giornate. E in più fanno gli splendidi, tramutate in tre giornate da spendere in lavori socialmente utili. Vergognati schifoso, dovevi farne minimo 10 di giornate socialmente utili solo per la testata, poi altre 1000 perchè sei tu! Invece di chiedere scusa ai bambini per il gesto, ammetti di essere un coglione e aiutali sti bambini. Io sto con Materazzi. Tutta la vita. Uno che in campo spesso è sopra le righe è vero, però ormai lo sai e si prende gli insulti. E si prende le squalifiche. Senza mai fiatare. "Ho sbagliato? Pago." Limpido. Non che ho dato il pugno a Cirillo perchè lui mi diceva na na na na naaa, tua sorella me la sono fatta. E comunque pago. Punto.
E poi che bello è vederlo puntare gli indici al cielo, commosso, dedicare il gol alle stelle, alla stella. Il gol dell'uno a uno. Sembra quasi dimostrare che anche lui ha un cuore e che non è colpa sua se lo sorella di Zidane lo prende in...

3 commenti:

Michela ha detto...

Io ti adoro...sei il numero "1"...

spiderfedix ha detto...

troppo buona..troppo buona

el Niño ha detto...

non ti schernire feffo, sei il nostro maestro!