De riaestimatio pre-consilii sexus.

Ne discorrevo col mio amico conte, Giovi Von Binet de la Gherardesca. Si chiacchierava amabilmente, sorseggiando tiepido Brandy, fumando sigari del Nicaragua e masticando copertoni Bridgestone, di momenti delicati e decisioni importanti.
Io ritengo che nel momento dello scambio di vedute ed opinioni, gli omini del cervello lavorino nella nostra testolina e con quelle manine appiccicose che una volta si trovavano nelle patatine acchiappino i nostri pensieri svolazzanti nel cranio. Aforismi che sono dentro di noi, magari a nostra insaputa e nel momento in cui ci pronunciamo ci rendiamo conto che in effetti è come se ci pensassimo da tutta la vita. Oh, a me succede spesso.
Bene, concluso questo doveroso preambolo, torno a quanto voglio esprimervi con questo saggio.
Sono fermamente convinto, e per questo motivo intendo rivalutarlo totalmente, che il sesso pre-decisionale sia la risposta a tutti i problemi che assillano la cultura moderna.
E' inequivocabilmente vero ed indiscutibile un rilassamento post orgasmatico dovuto al rilascio da parte delle ghiandole del nostro corpo della sostanza comunemente nota come pazzescagodurionis, la quale di fatto stimola l'abbattimneto di freni inibitori, favorisce il rilassamento delle fibre muscolari ed induce soprattutto l'esemplare maschile ad accettare ed acconsentire a compromessi e discese a patti, che sarebbero un miraggio in altri momenti della vita.
E' per questo che gli studiosi da anni si interrogano sul perchè le coppie si ostinino a diminuire, e di molto, la frequenza degli atti d'amore massimo nei momenti di crisi. Prime ricerche hanno infatti evidenziato come la donna nel momento di poca serenità, dovuta ad esempio a scene preistoriche appena concluse, contestualmente alla visione di un match di Champions League da parte del compagno, si rifiuti di abbandonarsi a romantiche effusioni, preferendo processare il cavernicolo sulla motivazione per colpa della quale è saltata la cenetta al ristorante all'angolo.
Ricercatori della Pennsylvania ritengono molto più vantaggioso per la donna, abbandonarsi a posture kamasutriche ed al piacere, al culmine del quale estorcere facilmente una promessa od un regalo al compagno totalmente imbambolato dalla secrezione della suddetta sostanza.
Un ulteriore filone di studiosi persegue l'intento di dimostrare come entrambe le parti (maschile e femminile) traggano vantaggio dal sesso pre-decisionale, in quanto si risparmia in tempo e risorse. Diventa pertanto altamente performante anche la cosiddetta sveltina, poichè successivamente ad essa, l'uomo appare sicuramente più sereno e mooolto più concentrato, in grado quindi di seguire i discorsi proposti dalla controparte, fino a pochi minuti prima solamente immaginata in bikini, o in slip, cosparsa di olio di jojoba e mango mentre si massaggia le forme, complimentandosi con l'uomo per la sua virilità. La donna in questo caso impiega la metà del tempo per vedersi accettata una proposta che in assenza della suddetta sveltina avrebbe come epilogo un "uhmm, si, bene, me la lasci sul tavolo che voglio approfondirla", il che sta a significare "metti lì sto floglio, che non sono riuscito ad ascoltare una sola parola...ma che profumo hai messo oggi, che mi manda in aria?!"
Appartengo pertanto anche io alla scuola di pensiero nata alla Bacchus International School, secondo la quale prima di importanti decisioni è consigliabile fare all'ammmore. Questo naturalmente in riferimento ad ogni ambito della vita, dal mutuo per la prima casa, alla scelta dei gusti del gelato per la vaschetta da portare agli amici. Dal protocollo di Kyoto, al disarmo nucleare. Dal futuro lavoro all'estero al "come devo vestirmi sta sera?"...tanto lo sapete che a noi piacete come mamma v'ha fatta!!

NOTA: questo saggio ha una valenza scientifica di prim'ordine e si basa su ricerche e studi assolutamente competenti e validi. Con questo spero di preservare un pelino di popolarità all'interno dell'universo femminile, ammesso che essa sia al di sopra del livello del mare. Spero inoltre che sia chiaro il mio intento di migliorare i rapporti ed i confronti tra gli esseri umani.
Ogni riferimento a fatti e/o persone esistenti è puramente casuale, il saggio è destinato alla totalità di coloro che lo leggono.

13 commenti:

Brigida ha detto...

mah, guarda, ti do ragione. Anche per il semplice fatto che fare all'ammmore fa sempre bene, che uno debba prendere una decisione o no.

Se poi una donna vuole ottenere qualcosa da un uomo, lo sappiamo tutti che non c'è niente di più efficace che tenerlo sulla corda per quella cosa lì... con tutti i doppi sensi del caso ;)

kiara ha detto...

Concordo.
Mi spiace ma lo devo dire, noi donne poi. se non facciamo all'ammmmore diventiamo acide come yogurt..
Baci.

spiderfedix ha detto...

brigida - già, fa sempre bene! se poi lo dice la scienza...

kiara - meno male che l'hai detto tu...

giovi ha detto...

sei fottuto.

spiderfedix ha detto...

giovi - dici??

giulia ha detto...

eeeh, forse hai ragione. resta il fatto che se sono incazzata, non vi do neanche un bacio!
e comunque, se siete innamorati, basta uno sguardo per convincervi a fare quello che vogliamo. ammettilo su, siete meno animali di quello che pensate!

sere nere ha detto...

Io aggiungerei "in sesso veritas". Il sesso è il miglior modo per estorcere la verità ad un uomo. Però non mi piace come arma di ricatto.

spiderfedix ha detto...

giulia - prima parte del commento: ammesso, ma non concesso. la pace più bella da fare è quella e subito dopo chiarirsi è mooolto più facile.
seconda parte: dipende dalla tipologia di masculo...ma questo è un altro saggio

sere - vista come ricatto fa brutto, io la vedrei più come la ricerca del giusto, del bene. la verità è bene...

giulia ha detto...

fede: quest'ultimo commento (quello per sere) era un po' in stile quelo. te lo ricordi? la risposta é dentro di te e però è sbagliata!

spiderfedix ha detto...

giulia - s', un po' quelo e un po' marzullo a dire il vero...forse marzullo che si è mangiato quelo..sono alle cozze!

Alessandro ha detto...

Io sottoscrivo in pieno..

el Niño ha detto...

uno studio dell'università di Brandeburgo ha altresì comprovato che le decisioni del mentres sessus oralis sono le più pericolose per l'uomo che non è più capace di intendere e di volere.

spiderfedix ha detto...

ale - grazie per il sostegno

hutch - beh, ma è evidente...