La leggenda del Clan del Brancher - Cap. 10 - Can i be the next one, please!?

Mercoledì 20

Una delle costanti di questo viaggio è un pezzo che mi piace molto. I treni a vapore. Il mio shuffle in spiaggia me la ripropone spessissimo, quando cuffie alle orecchie cerco un po' di intimità in mezzo alla gente. Questo dovrebbe essere l'ultimo giorno a Tarifa, estremo sud europeo. Quando alzo gli occhi e fisso il mare vedo l'Africa, così vicina, così lontana. Non ci possiamo andare, siamo senza passaporto ed i viaggi organizzati costano troppo.
...e mi sogno i sognatori che aspettano la primavera o qualche altra primavera da aspettare ancora, tra un bicchiere di neve e un caffè come si deve questo inverno passerà...e come lui l'estate. Mi rendo conto di dipingere spesso parole malinconiche, me le immagino grigio-bianche, appollaiate su un muretto. E scivolano minuscole, umide lacrime dalle loro cavità. 
Mi rendo anche conto che forse ciò è dettato dal fatto che scrivo nei momenti più riflessivi, quando il clan cerca la tranquillità per riprendere le forze. Gli altri momenti me li godo a pieno con i miei compagni di viaggio.
Gruppi di ragazzine giovanissime fanno fiera mostra dei loro corpi sodi e sensuali ed il morale della ciurma apprezza di buon grado, osando ammiccamenti non sempre efficaci.
Il faro poco lontano si riposa prima dell'ennesima fatica notturna. Trasmette sempre un senso di sicurezza.
Gli impianti eolici sulle colline invece aspettano solo che arrivi il momento buono della giornata, quando il vento, più o meno puntualmente, riprenderà a soffiare con decisione.
Sono le 14:41. E tutto va bene.

5 commenti:

Robba12 ha detto...

forse son tonto io, ma non ho capito una cosa: mi stai dicendo che nel tuo iPod shuffle hai un mp3 con il suono di un treno a vapore???

spiderfedix ha detto...

no capitano, ivano fossati! i treni a vapore è un pezzo di ivano fossati. cercalo perchè è stupendo!!

Viola ha detto...

Dev'essere una bella sensazione vedere l'Africa lì davanti a te...La immagino sempre cosi lontana...invece è cosi vicina...Io, tempo fa, mi sono emozionata vedendo l'Albania dalla costa di Otranto...non è la stessa cosa...o forse si...
A presto

pOpale ha detto...

La spiaggia di Tarifa è uno dei posti più belli dove ho dormito ... mi hai fatto un gran regalo ricordandomela :)

spiderfedix ha detto...

viola - si, è proprio una bella sensazione. anche se il rammarico per non esserci andati è grosso...sembrava lì a portata di mano...è come se ci fosse proprio sfuggita da quella mano!!

popale - sono felice di aver riportato a galla bei ricordi...effettivamente è una spiaggia stupenda!