Dai, diavolo!

Oggi parlavo con un paio di amici..di donne ovviamente. Il discorso era partito come potete immaginare, però poi stranamente siamo sfociati nel sentimento. Nelle storie finite. Nelle ossa rotte. Quel fenomeno del mio amico, tanto rimbambito quanto cazzone, se ne esce con una confidenza da pub, da birra e sizza..però in quello squallore del bar dell' università...Non so se leggerà mai il mio blog, però ci stavo pensando ora e ho deciso di scriverlo qui...di dirgli che gli sono vicino, che alla fin fine è solo una questione di testa. Non ci si deve focalizzare troppo, concentrarsi sul fatto che nada, non sembrano esserci prospettive. Prima o poi arriveranno, ma sarà quando meno te lo aspetti, quando proprio starai pensando a che cavolo fare la sera, o a quanti punti ci saranno tra quei diamine di gobbi e quegli altri porcaccia miseria di diavoli..Verrà così. E sarà proprio come mai l' avevi immaginato. E allora sì che non penserai a quella, piuttosto che a quell'altra. Zero minestre e zero autostrada Torino-Milano e via..Ai più( comunque non credo molti) che leggeranno queste righe, queste parole sembreranno assurde e incomprensibili. Spero lui capisca. Ci tengo.

0 commenti: