E' tutto apparecchiato.

                                 

Prendi una manciata di ominidi e mettili insieme. Falli volare verso una terra, non promessa, ma piacevolmente attesa.
Sparpaglia le loro virtù, evidenziale e distribuiscile senza senno.
Prendi un pezzo ritmato, un folk indie, per fare un esempio, con cui creare una colonna sonora.
Dai a questi ragazzacci qualche bici, una buona dose di speranza, una missione da compiere ed una birra gelata sempre a disposizione.
Immagina che ci siano un bel sole, un'aria non troppo calda e qualche bellezza da applaudire. O cui fischiare.
Immagina leggerezza, hamburger da 250 grammi ed una botta che non sale.
Un fratello che torna in visita ed un'accoglienza calda, ma anche interdetta. Anche stupita. Tutta da ridere e mai silenziosa.
Mettici un pettorale, una corsa e superman. I ristori e le banane.
Cucina greca, influenza spagnola e sapori italiani.
"Una birra al chilometro!"
Una grande abbuffata. Un dolce turco.
Ci getti un pizzico di sale, erba dal profumo buono ed i pancakes.
Immortali tutto con un fisheye, ti lustri gli occhi e applaudi ancora. Batti un cinque al tuo compagno di avventura ed ordini delle patatine fritte.
Scendi scale a chiocciola, vertiginose, ridi fino ad aver male e salti sulle griglie elastiche. Senti della musica diversa che arriva dalle scale e vai in cesso.
Insegui il tuo personalissimo sogno, lo respiri e ne annusi il puzzo di sudore. Batti il cinque a quei bambini e pollice su al percussionista. Ti guardi intorno e avverti i desideri di molti.
Mescola tutto con dopobarba da vecchio, un pigiama sporco di dentifricio, un hot dog ed una space cake.
Lascia macerare tre giorni al sole e poi assaggia.
Verrà buonissimo.


1 commenti:

Baol ha detto...

E ci credo che è venuto buonissimo

;)