Bubstixx

La reazione ad un trauma è pur sempre una violenza che ci si autoinfligge, questione di mirto, di tabacco, di sentenze. Un'alcova manesca non facilmente spiegabile. Resta nella tua stanza a guardare il soffitto, aggrappandoti forte alle lenzuola che cingi nelle mani. Non siamo più quegli eroi pronti ad ogni cosa, ma se tiri i dadi e fai nove, la carta degli imprevisti che raccogli dal mazzo mesciato cita testualmente "avanza con tanta fortuna di tre caselle e non guardarti indietro". Senza colpo ferire, ramazza sotto il tappeto la polvere che ti fa tossire. La nuova prova è la chiave segreta del mondo, una palla di gas ionizzato da sospendere ad altezza sterno, dalla quale rinascere, indirizzando lo sguardo al sole, come un girasole che scruta ridendo il suo destino; lungo strade che non portano a niente, cercando qualcosa che non trovi ed allora tanto vale sprecare energie. Vivi lo que il tuo passo ti para innanzi e senza dimandare e senza tremare e senza avere paura e senza credere di esser sbagliata o cosa...sogna ciò che vuoi. Sogna il tuo quaterno e vinci il tuo premio. Ho tanto sonno da non riuscire a digitare. Non me ne volere.

6 commenti:

Arianna ha detto...

Siamo come due foglie aggrappate su un ramo in attesa.

takajiro ha detto...

Giàgià ari..ero ispirato!

Maraptica ha detto...

Credo ci sia libera interpretazione, tantochè non è il dettaglio di ciò che scrivi a tenermi attaccata a leggere, ma l'armonia tra le varie parole. Bravo :)

Arianna ha detto...

Beh, ottima ispirazione. e altrettanto ottima interpretazione :)

Annachiara ha detto...

Non ragioniam di lor, ma guarda e passa....

Baol ha detto...

L'importante è la reazione...