Il guanto della sfida mi ha schiaffeggiato.

Sapete che c'è? C'è che ogni giorno che passa, la carogna che giace sulle mie spalle aumenta di peso e di dimensioni. La carogna di some posts ago. Comincia ad essere ingombrante e fastidiosa. Non voglio tediare il lettore che le mie problematiche private, più di quanto non faccia di tanto in tanto, non vorrei neanche regalare un peso eccessivo a questa faccenda. Una rilevanza che non merita. Poi però penso che la rilevanza non la meritino alcune persone, chiamiamole coprotagoniste, alcuni vermi schifosi che bazzicano la zona. Alcuni personaggi viscidi e squallidi che hanno pensato bene di mancare di rispetto a diverse persone, tra le quali il sottoscritto. Per la verità ritengo di aver subito il trattamento peggiore. La cosa mi irrita parecchio. E questo merita indiscutibilmente un certo rilievo. Se non altro nella mia personale scala dei valori. Magari potrei sfogare un poco la mia collera. Gettare rancore sulla tastiera, non aprendola in due contro il muro, ma scaricando "nero su bianco" tutto il malessere che questa porcheria mi ha generato. La delusione credo sia un feelings da provare quando gente a cui tieni, che stimi, compie azioni che non sono onorevoli. Che ti turbano, ti feriscono. Qui di mezzo c'è molto, fuorchè gente cui tengo. L'amarezza deriva forse dall'esserci cascato. Dall'aver dato tutto, come sono abituato a fare. Come è nella mia indole, Come vuole il mio istinto. Che, dico io, si facesse una volta tanto le questioni sue, non guasterebbe. Alla luce del fatto che ora in aggiunta all'istinto, devo fare i conti con le fauci e gli artigli dell'orgoglio. E non mi pare proprio di facile gestione. Ancorché si possa rivelare prezioso alleato in tempi di guerra. E questi verranno. E mi sogno tal momento, perchè mi sto preparando ad affrontarlo. E vi voglio avere tutti in fronte. Quando uscirò dalla trincea, disarmato. Carico solo della mia terribile ira. Nata da un affronto che non avreste dovuto nemmeno meditare. Non vi maledico, perchè questo no, non ve lo meritate. Nel senso che neanche il destino infausto merita di essere importunato per siffatte piccole parvenze umane. Ma per quanto piccoli e stolti, siete comunque infinitamente viscidi, falsi e senza neanche i coglioni di venire a guardarmi negli occhi, per dire ciò che ritenete d'uopo.
E ciò non va bene. No. Per nulla. Ciò mi ferisce. E in natura si sa che la bestia ferita è molto più pericolosa di tutte le altre, perciò verrà il giorno che ci incontreremo nuovamente e quel dì non vorrei essere nei vostri panni. Né voi vorrete essere nei vostri. Perchè se c'è un cosa sola, una che alcuno di voi mi ha insegnato, ebbene, quella me la porterò sempre dentro, la cullerò e la custodirò. Ti piccavi di avere la pazienza di sederti in riva al fiume ad aspettar di veder passare il cadavere del tuo nemico, mi dicesti. Bene, io so comprendere. E so assimilirare, imparare. Volente o nolente dovrò aspettare, ma la pazienza si farà pian piano. Ma quel giorno arriverà. E allora ne vedrò passare di cadaveri lungo il letto di quel fiume. Statene certi. E, no, non è una minaccia, benché possa sembrarlo. E' una promessa.

12 commenti:

Maria & Stefano ha detto...

Cerca di non farti troppo il sangue amaro...certa gente non si merita neanche quello...

Alla fine lo sai chi sono le persone di cui puoi "fidarti"...

Pero' mi spiace ecco si...la mia parte irrazionele si incazza pure lei...;)

BACI!!!

M.

Alessandro ha detto...

La "questione" è sempre la stessa e le "persone" pure, e hanno a che vedere il nostro sport preferito, o non ho capito? Se avessi colto, guarda avanti.. se quando guidi tieni lo sguardo fisso nello specchietto retrovisore non vai lontano.. e non mi pare il caso!
Ti aspetto venerdì per la birretta!

spiderfedix ha detto...

maria - ecco, mettila così. la mia parte irrazionale ora ha la strameglio su quella razionale...

ale - complimenti. molto valida la figura della guida!

lucia ha detto...

"Gettare rancore sulla tastiera" mi sembra un'ottima partenza. Io lo faccio sempre. Forse un giorno getterò pure la tastiera, e allora saranno c...i
scusa il francesismo
;-)
un abbraccio solidale

Annachiara ha detto...

Guarda, darei tutte le mie conoscenze telematiche per capire almeno un'acca di quello che c'è dietro! ;-)

spiderfedix ha detto...

lucia - io ne sono convinto! che un giorno getterò la tastiera!!!

annachiara - lo so, immagino...ma in fondo il bello è anche quello, no??

Brigida ha detto...

Si. Fidarsi è bene, non fidarsi è meglio...
E comunque la delusione passerà ;)

el Niño ha detto...

Ma con la carogna di "some posts ago" ti riferisci alla rabbia per aver ceduto due set a tennis alla coppia garin-berlier???
Dai, abbiamo ancora tre set davanti, per ribaltare il risultato.

spiderfedix ha detto...

brigida - passerà...ma forse anche no. o meglio, la delusione passa, ma il rancore...quello me lo tengo sempre..se vogliamo è un po un mio difettucolo..

hutch - a proposito, dobbiamo fissare il giorno della rinascita..

pOpale ha detto...

Da quello che capisco non meritano neanche il tuo sfogo. Comunque tieni duro e rimani sulla riva con gli occhi aperti prima o poi passano ah se passano :)
Buona giornata!

Sara ha detto...

non ti conosco di persona e non conosco la situazione, ma una cosa del genere mi è capitata in passato e so quanto si possa star male..
aspetta pure ma cerca di trarre solo forza da questa esperienza vedrai che la grinta ti farà sentire un gradino ancora più in alto di quelle bazzecole di uomini.

spiderfedix ha detto...

popale - ho gli occhi spalancati! non me lo perdo quel momento!

sara - grazie del passaggio, ma soprattutto grazie del commento. assolutamente prezioso...