Fulmini a ciel sereno.

E' stata un'estate di fulmini a ciel sereno. A volte anche un po' meno sereno. Alcuni sono caduti addosso a poveri cristi che ci sono rimasti secchi. Altri si sono fatti ammirare da qualche fortunato, in bilico tra immensa ammirazione e fatale paura, come quando sogni di trovarti di fronte un grosso felino. Altri sono partiti da chissa' dove e chissa' perche' e hanno colpito diversa gente in piena fronte. Tu magari scrutavi il cielo e le sue bellezze e PAMM, dritto dentro al tuo cervello. Lasciando il malcapitato rantolante a terra, con il fumo che fuoriesce dagli occhi ed un rigolino di sangue dalle labbra.
Dicono, i ben informati, che questi ultimi lancino segnali prima di scatenarsi. Poco prima a volte, con un discreto preavviso altre. Io non ho mai capito in realta' a cosa questi scienziati si riferissero. Non ho mai visto questi segnali, a volte ne ho compresi gli effetti. In fin dei conti rientra tutto in quei fenomeni di cui si sente ogni tanto, quando sorseggi la tua birra ad un tavolo di un pub ed i tuoi amici tirano fuori i discorsi su quelle cose di cui tutti parlano, ma che nessuno puo' giurare di avere mai visto. Do you know what i mean? Intendo roba tipo gli UFO, gli gnomi dei boschi...la figa. Queste cose qui insomma.
Gli stessi ben informati affermano con sicurezza che prestando la dovuta attenzione alle cose, uno non puo' rimanere colpito. Io non ho mai creduto neanche a questo. Per carita', sono sempre stato un cazzone disattento, pero' credo nel fato, nella fatalita', aiutata dagli eventi certo. E questi, ahime', se li crea e decide l'individuo.
Gli ormai noti ben informati, giurano che se non te l'aspetti e sfortunatamente sei pinzato da uno di questi famelici fulmini, le conseguenze sono gravissime. E per una volta tanto mi trovo in accordo con questi simpatici saccenti. Quando il tuo cerebro smette di fumacchiare, ti alzi, ancora sconvolto. Ti passi la manica della maglietta sulla bocca per pulire il sangue. Ma inizi a barcollare a destra e sinistra, ignaro di cio' che sia successo. Per alcuni lunghissimi minuti hai la salivazione azzerata e ti guardi intorno. Ti guardi mani e piedi per notare indizi che ti aiutino a capire. Poi, dopo un po' magicamente ecco riaffiorare il tutto. Sei stato colpito da un fulmine. A ciel sereno per giunta. Ed in piena fronte. Il tuo cervello e' elettrizzato, ma non e' una sensazione piacevole. Non come quando sei strafatto per intenderci. Non riesci a ragionare, non tornano i conti. Ti chiedi perche' cazzo una qualunque mattina di un fottutissimo lunedi' d'agosto sei stato sorteggiato tu. Che ora girovaghi in qua' e in la' e mandi affanculo una pazza che strilla dall'altra parte della strada, salvo poi pensarci su un attimo e convincerti che magari anche la poverina e' stata colpita..e non si e' mai piu' ripresa.
Al di la' di tutte le cose che ancora ignoro, una cosa piu' di ogni altra mi ha sempre lasciato perplesso. Come cazzo e' possibile che questi fulmini colpiscano anche piu' volte le stesse persone. Io in vita mia ho sentito parlare di leggi dei grandi numeri, di statistiche e probabilita'. Qui non conta piu' nulla. Qui va tutto a puttane. Si puo' dire anche cosi'. Ora, io non saro' certamente una cima, ma neanche stupido credo. Allora faccio un ragionamento. Se tu, povero pirla sei colpito tre, quattro, cinque...volte allora un po' te le cercherai. Non so, ripeto sono fatalista, pero' fuck, non e' possibile. Forse uno non se ne accorge ed ha sempre un ombrello con un puntone conduttore aperto. Non materialmente si intende, ma una cosa del genere.
Non credo che il tutto si spieghi solamente cosi'. Come ho gia' scritto non sono mai stato molto bravo in queste cose. Anche a scuola, in fisica ero un caprone. Indizio di un'intelligenza non eccezionale, eh?
Il risultato comunque e' chiaro. Tu sei li' che non capisci, che cerchi di rimettere insieme i cocci di quello che hai tra le dita...e in un qualunque altro posto nel mondo, quattro amici, sorseggiando una pinta di rossa, parlano di quelle cose a cui si crede, senza averle mai viste. Tipo un fulmine a ciel sereno che colpisce un cristo, un lunedi' mattina.

6 commenti:

el Niño ha detto...

ma che cazzo ti sei fumato a tijuana?????

Giorgiuz ha detto...

grande Beppe...me lo chiedo proprio anche io!!!!!!!!

Tommy ha detto...

Senza parole...
P.S. Ragazzi, ho finalmente anticipato giovi!! Ho pubblicato prima di lui su questo post... che oggi abbia da fare più di me? A presto Giovi! Ma ci vai a vedere Madonna?

giovi ha detto...

caro tommy,

non sapevo ci fosse una gara tra di noi. ad ogni modo sappi che non capiterá mai piú. i biglietti di madonna qua non arrivano, mi sa che se li é pappati la segretaria.

giovi ha detto...

ad ogni modo volevo precisare due cose:

1) avrei potuto commentare questo post prima, ma sono rimasto talmente senza parole che non lo so;

2) tommy: commenti tutti ma mai il mio sito. cosa c'é, ti sto sulle palle?? non ti piace come scrivo?? hai qualcosa contro di me?? dai, parliamone, da uomo a uomo. vieni qui a dirmele in faccia certe cose.

spiderfedix ha detto...

Non tutto ha una spiegazione. Questo si', ma sarebbe inutile..bella raga. A presto