Un' ora e mezza all'alba.

Sono le 6:28. Manca poco più di un'ora e mezza alla fine del mio night shift. Per la verità è stato un pò particolare, ho iniziato a lavorare appena passate le 5:00. Le precedenti 5 ore sono statoprotagonista della notte di Bardonecchia. Brian non si è fatto pregare e allora poco dopo mezzanotte via di locale in locale...per la verità solo due, ma ben fatti. Sono perciò qui, a tirare le somme della giornata appena finita, quando un'altra, per dirla alla Marzullo, sta iniziando. E allora leggo la mail e trovoi ringraziamenti di Corra che si laurea...un altro "pezzo" di università che si stacca, impara a camminare con le sue forze e presto diventerà grande. Quindi in bocca al lupo per tutto. Il jazz fa compagnia nel nostro ufficio, Brian se la ride guardando le foto dei disperati che ha ritratto oggi. Io scrivo, penso, sogno e francamente conto i minuti che mi separano al letto. Stanchezza e buon vino sono un mix fatale! "Colazione" con Trio e Pozzo al bar del villaggio, minerale e panino al crudo. E la memoria scivola e plana sulla miriade di volte in cui una colazione del genere ha fatto da trait d'union tra due giorni...in compagnia di amici, inseguendo qualche tipa o levatacce per studiare. Sto vivendo giorni straordinari, sto conoscendo abitudini talmente differenti dalle mie, ma nelle quali allo stesso tempo mi trovi benissimo. Spesso ìn questo ultimo periodo penso a me stesso tale e quale, ma nato in altri posti. Pensiero assurdo, ma ugualmente affascinante. Chissà come sarei in realtà, chi avrei conosciuto, chi avrebbe influenzato le mie idee, le mie speranze, le mie decisioni...sono stanco, molto stanco...e un pò ubriaco. Ma sshhhttt! Voi non mi avete mai visto!

1 commenti:

tommy ha detto...

ecco perchè mandi gli sms alle quattro del mattino rompendo le palle a chi dorme.. buon riposo!