Aggiornamento intestino.

Mi fermo spesso a pensare. Poi penso che pensare sia un'inutile perdita di tempo, infatti pensare di pensare che pensare sia perdere tempo è talmente stupido che come tutte le cose stupide, ti fa solo perdere tempo. Un gatto con tre teste gioca con il mio bandolo della matassa, cerco di afferrarlo, per pochi istanti ci riesco, poi mi sfugge lacerando la ruvida pelle delle mie mani.
Sono giorni di finestre adornate, canti di stagione, anime salve in terra e in mare ed io vi osservo tutti, in religioso silenzio. Vi tengo d'occhio che neanche ve ne accorgete, sentite un leggero alito sul collo, ma, voltati, solo un leggero spostamento d'aria ed il profumo della mia pelle a scaldarvi le viscere o scatenarvi un brivido lungo i canali nervosi. E' grande il mio tempo, il tempo. Difficile rebus a premi dove l'errore è contemplato di proposito da un commediante sciocco che si diletta dell'angoscia, dicono. La cosa mi tange allo stesso modo di una farfalla che si adagia su un braccio, un pizzico di solletico ed immenso stupore, piacevole meraviglia. Che quando realizzi di goderne è già volata via a gustarsi la sua breve vita. Un inganno. Una corsa contro il tempo e gli ostacoli, un colle ed infine il mare. Una fuga deliziosamente fine a se stessa, raggiunta la piena percezione di una speciale pace da corteggiare, stimolata con strumenti vari, tutti abili ciceroni verso una trascendenza meditativa che altera lo stato classico delle cose e spinge verso la luce. In alternativa, un paio di margarita, qualche negroni e del vodka-redbull. Buona musica, una sigaretta, compagni di viaggio e commozione. In istanti rapidi, particelle elementari eccitano il loro stato fino alla produzione di endorfine che scatenano il piacere e l'ineffabile presagio di una vittoria incondizionata. Un pensiero lontano che come un boomerang ritorna a farti visita; lo lanci nello spazio aperto non per disfartene, ma per il diletto intrinseco del gesto, nell'adrenalina che ciò scatena nelle tue viscere, perchè i futuri incontri di belle amanti scellerate saranno scontri, saranno cacce coi cani e coi cinghiali, saranno rincorse, morsi e affanni per mille anni e a quel punto tempo per pensare ne avanza e non è neanche così una perdita di tempo.

6 commenti:

Max ha detto...

Buona musica, una sigaretta, compagni di viaggio e commozione...tutto tranne che perdite di tempo..grazie Fede..

spiderfedix ha detto...

Max - eurhhhhhhhhhhhhhh.....muahahahahahaha

Maria Chiara ha detto...

non ho mai pensato che pensare sia una perdita di tempo...e non lo penso adesso!!!
:o)

lupetta ha detto...

ragazzo saggio...

Annachiara ha detto...

Mi piacerebbe proprio fumarmela sta sigaretta con te! ;-)

Fede ha detto...

"Mi fermo spesso a pensare. Poi penso che pensare sia un'inutile perdita di tempo..." ma è più forte di me ed anche quando le idee si rincorrono senza logica e sono consapevole che agire, forse, è meglio che fermarsi a pensare, io penso...
(Se qualcuno dovesse avere una cura per le donne che pensano troppo, io la accetto volentieri...)