Hai pagato? No, ho scordato il portafoglio..

Da qualche giorno ci penso sempre più insistentemente ed oggi in macchina è nata l’ispirazione per scrivere qualche riga sul blog.

Da alcuni mesi ormai è in atto il celebre indulto, che quando ne ho sentito parlare la prima volta mi sono chiesto cosa cavolo potesse mai essere sto indulto. Sembra quasi un insulto, sarà per l’assonanza…”stai zitto, indulto che non sei altro!”
Poi però scopro che “magari fosse un insulto!”, no, è una legge che fa uscire dalle carceri determinate tipologie di detenuti, perché le carceri sono piene, mi spiegano. Al ché io alzo il sopracciglio, ci rifletto su un minutino e mi convinco che in fin dei conti è la scelta giusta. D’altra parte anche io in camera mia quando ho una mensola piena, non è che ne compro una nuova, io tiro via tutto quello che c’è sopra, magari prendendo prima la roba più impolverata, che quindi è lì da più tempo, una sorta di FIFO (per gli economisti all’ascolto n.d.r.); prendo tutto e butto per terra, così creo lo spazio per i mie libri nuovi o che ne so, cd o le mie simpatiche puttanatine. La roba per terra non da mica fastidio, sapete?! Sì, ok magari qualche oretta di disagio, ma poi si integrano perfettamente e anche accadesse che mi piglio una storta su un tomazzo di economia aziendale per esempio, non do la colpa a lui perché è a terra grazie al mio indultino..in fondo sono cose che possono succedere. Vuoi mettere lo sbatti e i soldi per una mensola nuova??

Qualche giorno fa ho sentito che a Napoli un minorenne ha ammazzato due suoi coetanei se non erro, ma dopo un paio di giorni è tornato trullo, trullo a casa perché poverino, deve finire la scuola. Ammetto che qui il sarcasmo mi riesce meno facile, ma capisco che l’istruzione è un diritto per tutti, un dovere fino alle medie, ma è soprattutto un diritto e allora è sacrosanto che questo pischello torni a casa e che la mamma domani lo svegli e gli prepari la merendina per il primo intervallo. Poi al secondo ti compri un Mars alle macchinette. Pensate che i genitori dei due ragazzi ammazzati ogni mattina si recano al cimitero e davanti alle due espressivissime lapidi tengono lezioni di geometria e storia, a volte un po’ di geografia. Purtroppo niente Dante, né Manzoni, perché in letteratura non andavano un granché neanche loro. Credo comunque che il loro assassino magari uno o due pomeriggi a settimana possa andare a spiegargli qualche lezione di italiano, se non altro con l’aiuto dei bigini…cazzo è fuori proprio per questo, per studiare…

Che poi cosa c’è di più bello della scuola? Sì d’accordo alzarsi al mattino prestissimo non è facile, interrogazioni e compiti in classe sono una menata, però che bello stare tutti insieme con i compagni, magari le prime cottarelle..tutto il giorno a pensare alla Manu, o alla Franci, o alla Daisy e alla Britney che sono nomi più moderni…cazzo!!
Tutti insieme appassionatamente, che bel gruppo che siamo. Mi fa infatti un casino piacere che i miei vicini di banco mi vogliano così bene, anche se io sono un po’ diverso da loro. Sì infatti sono down, non so se scriva così, ma a loro non frega niente e mi permettono di giocare con loro ad ogni intervallo. Pensate che qualche mese fa hanno avuto un’ideona per farci diventare famosi con un video su internet. Loro, che mi vogliono così bene, mi hanno ceduto il ruolo da protagonista che tra l’altro era facile, facile. Dovevo stare quasi fermo in un angolo e loro a turno mi colpivano con calci e pugni, mentre la ragazzina che tanto mi piace, ma che non trovo il coraggio di dirglielo mi riprendeva con il nuovo videofonino che i genitori le hanno regalato. Quello della pubblicità. Ad ogni buon conto, loro a turno si facevano inquadrare, ma io ero sempre ripreso. Che gentili, eh? Poi via su internet, titolo “Video divertenti”. Cazzo che risate ci siamo fatti io e i miei amici del cuore. Ad onor del vero ogni tanto ho un po’ dubitato di loro, soprattutto quando i calci erano forti, forti, ma poi mi sono domandato perché mai avrebbero dovuto approfittare di un loro amichetto un po’ più sfortunato?! Se così fosse, forse sarebbe giusto punirli, ma l’altro ieri ho letto sul giornale che è scoppiato un casino per sto video, ma genitori ed assistenti sociali avvertono “attenzione, non colpevolizziamo questi ragazzi!” Già, alla fine l’hanno fatto per farmi diventare famoso…o no?!

L’ex brigatista di turno salta fuori e impettita sottolinea come lo stato debba aiutarli. E’ un loro diritto. Cavolo quanti diritti scopro di questi tempi. Già, lei lavora per il settore pubblico, difende ancora una parte della sua storia perché conteneva ragioni politiche e sociale oneste, poi annegate nella scelta delle armi, ma collabora con alcune Asl, prestando consulenze in materia di tossicodipendenza.
Intervistata ammette che si guadagna il suo denaro onestamente, collaborando con lo stato e poi aggiunge che noi tutti dovremmo essere felici ed orgogliosi di vederla lì. Lei e i suoi amici, perché questo rappresenta la vittoria della democrazia sulla lotta armata.
Io l’altro ieri sono uscito di casa per andare al mio incontro obbligatorio con psicologi e servizi sociali, sì, perché sto cercando di uscire dal tunnel dell’eroina. Ci sono finito dentro diversi anni fa, in seguito ad un grave lutto. Così mi siedo e c’è una nuova collaboratrice, sulla cinquantina. Gentilissima e disponibile, mi ascolta, annuisce, poi mi spiega che non devo mollare, devo lottare e devo darle ascolto, perché lei sa cosa voglia dire. La sua vita, mi spiega è stata sempre una lotta, ma alla fine ha vinto. Prima lottava per ragioni politiche e sociali oneste, poi affinché la democrazia vincesse sulla lotta armata.
Io le do ragione, giuro che non mollerò, che terrò duro, le prometto che il dolore per la scomparsa di mio fratello, trucidato dalle Brigate Rosse, non riuscirà a spingermi di nuovo verso la droga!

Sapete che vi dico?! Dopo questo bel post che mi ha stancato, mi stravacco sul divano e mi faccio una di quelle sigarettine che fanno tanto ridere, questa volta crepi l'avarizia abbondo di ganja...tanto in tema di saldi, sconti di pena e perdoni, hanno anche alzato la dose minima consentita!

10 commenti:

Johnny Mingo ha detto...

che belle storie eh??!

beato te che ti stravacchi e hai un po di verdura frèsca frèsca...
.. a proposito hai sentito che ha detto Caruso di Rifondazione?

''ho seminato alcuni semi di marijuana nelle fioriere del cortile della Camera dei deputati'' [...] ''in questi giorni sono gia' sbocciati i primi germogli''

guardacaso la CDL ha dato di matto ;D

roberta82 ha detto...

Non ho riservo nè vergogna ad ammettere che voto destra. Alle ultime elezioni ho votato Alleanza Nazionale, perchè avrei voluto Gianfranco Fini come Presidente del Consiglio ( cosa impossibilie, visto che il candidato era Berlusconi).
Ebbene, i politici fanno cazzate, rubano soldi da tempi immemori, se ne freganop della gente e campano cercando il modo di inculare il prossimo.
Nonostante tutto, anche se con il Governo di destra le cose non sono state mai floride.....nessuno si sarebbe mai permesso di far entrare alla camera personaggi come Caruso, come Luxuria ( che per avere un suo bagno personale userà i soldi delle NOSTRE tasse).....
Queste persone stanno rovinando l'Italia.
Lindulto al mostro di Foligno??????
L'indulto a ladri e assassini?????
Cose da pazzi....credo che se continueranno a far uscire con tanta facilità, converrà uccidere anzichè andare a lavorare....
Chissà che un giorno la mamma di Cogne non confessi il delitto del piccolo Samuele....potrebbe farlo, tanto con l'indulto la manderebbero fuori!!!!!!

Roberta

Alessandro ha detto...

Feffo, la tua vena sarcastica non l'avevo ancora conosciuta.. Che dire, certe cose proprio non si capiscono. Sto indulto ho sempre pensato fosse una cosa da pazzi. Se quando fumi le sigarettine chiami..

Carmen ha detto...

Produzione propria? sai ora deve essere tutto biologico è piu' sano e fa meglio!!!
Cmq come diceva sempre la mia nonna "siamo proprio in mano a nessuno"

spiderfedix ha detto...

johnny - non c'è che dire..belle storie! ho sentito anche quel piccolo genietto di caruso...ha già ritrattato

carmen - ti ringrazio per il preciso commento; in ogni caso volevo solo precisare che la mia non voleva essere una critica ad una fazione politica piuttosto che ad un'altra..ormai ho perso fiducia verso entrambe

ale - sarcastico è bello!

carmen - come si fa a dare torto ai nonni!?

el Niño ha detto...

siamo proprio in mano a nessuno è proprio la frase giusta.

caro starski, neanch'io so più a chi dare fiducia. ci sarebbe da scrivere un trattato sulle ingiustizie, le schifezze, gli abusi, i malgoverni di entrambi le parti... non si salva nessuno.

giovi ha detto...

tutto vero. ma lasciami solo dissentire sulla ganja, e ne ho ben donde, quella era proprio ridicola.

ad ogni modo sono cazzate, cazzate. queste sono cazzate incredibili. se un governo si giudicasse in base ai mini decreti che fa, beh allora siamo alla frutta.

il punto è, tuttavia, che siamo proprio alla frutta.

Johnny Mingo ha detto...

Mi permetto di fare una piccola precisazione, non che sia esperto (huhuhuhuhu..!), ma comunque la marijuana non cresce a metà novembre, tantomento nel giardino della camera, certo la destra non diceva nulla quando i parlamentari di AN si pippavano il borotalco in mancanza d'altro.
E aggiungo una cazzatina sperando che la diretta interessata non se la prenda a male:
"Roberta82, in passato che tu sappia hai avuto parenti di nome Adolf?"
Peace and Love Fratelli!

giovi ha detto...

johnny, insostituibile.

Ganassa ha detto...

Fassa che bel post, i miei complimenti! Grandiosa la metafora del"FIFO" complimenti..
Più mensole meno carceri