Pensiero sul tempo.

Buon viaggio a Giovi. Un pò di vacanza e poi inizia l' avventura in Olanda. Buon viaggio a Ste. Tra pochi giorni esperienza a New York. Buon viaggio a Tommy. Da ieri in terra spagnola con il suo master. Max a Bologna. Marco ormai laureato aspetta opportunità. Fossati cantava " Dicono che c'è un tempo per seminare e uno più lungo per aspettare,
io dico che c'era un tempo sognato che bisognava sognare." Per tutti questi miei cari amici credo sia il tempo per seminare, così come per sognare. Nel frattempo aspettare. Che è poi quello che sto facendo io. Aspettare. Pensare. Valutare. Vedere. Non nascondo che oltre alla chiara soddisfazione per i loro "successi", sempre più spesso avverto un pò di nostalgia, sicuramente prematura per certi versi. Sento il tempo che scivola dalle mani, mi rendo conto che stanno succedendo tante cose e che fra qualche tempo non saremo più così vicini. Per lo meno fisicamente. Le serate a sbevazzare birra in un dehor. I discorsi che saltano qui e là, volteggiano tra il comico ed il serio. Tra il frivolo ed il porno. Mille sciocchezze, tante paure e poche sicurezze. Ma fino ad ora tra queste poche certezze c' era il calore di una stretta di mano, di una pacca sulla spalla. Un arrivederci a domani, quando magari con gli occhi pesti per via delle ore piccole ci si sveglia per un' altra giornata di studio. Duro, svogliato. Sapendo però che nell' arco della giornata un caffè, una sigaretta avrebbero spezzato tutto, per catapultarci due metri sopra tutto, dove solo noi ci si capisce, solo i nostri mondi e le nostre esperienze contano. Dove si parla delle nostre pischelle, delle nostre trovate, dei nostri progetti. La sera poi ci avrebbe probabilmente regalato ancora qualche ora insieme.
Auguro a tutti voi di tutto cuore le più grandi soddisfazioni, sperando egoisticamente di riuscire a farne parte, di esserne al corrente, di viverle il più possibile accanto a voi. Per rispondere come sempre con un stretta di mano. In questo momento simbolica, ma mai tanto sincera e calorosa.

6 commenti:

Anonimo ha detto...

Mi unisco al saluto di feffo!! Un abbraccio a tutti raga e in bocca al lupo!!
Twiga

Anonimo ha detto...

E io??non ti ricordi già più della tua simpaticissima amichetta di università, ormai piccola manager in crescita?? ...sei sempre il solito...

spiderfedix ha detto...

Simpatica macchietta...lavori in San Babila!!!! Ma di che ti lamenti?! Con te il discorso è diverso...volontariamente non ci facciamo piu' vedere...

giovi ha detto...

gia'.

Le sensazioni, per quanto mi riguarda, sono contrastanti: ma pensarvi comunque vicini, come dice mia nonna, mi fa tenere 'o core rint' 'o zucchero.

Tommy ha detto...

Hola!
Grazie per il pensiero... in quel di Barça tutto bene tolto qualche problema di comprensione e la condizione di homeless da qui al primo di luglio.
Ti aspetto!
A presto.

Anonimo ha detto...

Innanzitutto grazie per il pensiero e per il fatto di tenere questo blog che di tanto in tanto mi fa sentire più vicino a casa, a te, agli altri…è una gran bella cosa..
Spero che ritorni il tempo in cui si stava sempre assieme, o che almeno ne ritornino dei pezzi che ci facciano sentire sempre uniti, così da non farci percepire lo scivolare del tempo e che ci ricordino (se mai ce ne fosse bisogno) che i sentimenti di fondo non cambiano nonostante le distanze e le diverse cose che facciamo…
Le cose che hai scritto, quelle routine alle quali spesso non si da peso mentre le si vive, e tutte quelle sciocchezze dette assieme, mi tornano spesso in mente, e la nostalgia è veramente fortissima…
Ricambio di cuore la stretta di mano sincera e calorosa!
A presto, vecchio caro amico.
Max